Nella vecchia fattoria…

La vecchia fattoria

Nella vecchia fattoria. una gallery che da tempo volevo completare, un progetto a cui tenevo

Le  condizioni dello stabile oggetto delle mie ricerche fotografiche, penso abbia ancora poco tempo, prima di rovinare completamente su se stesso.

Nella vecchia fattoria stalla

Il progetto

Proprio come nella storiella che da sempre si racconta ai bambini per farli divertire…con una piccola variante, niente asinelli, mucche o galline, solo rovine per dirla in rima…

nella Vecchia Fattoria visioni

la vecchia fattoria porterà sicuramente con sé ogni vago ricordo di stagioni passate, giornate di lavoro nei campi.

inoltre momenti di riposo, magari sotto le chiome dei fantastici alberi che circondano la fattoria, giochi di bimbi, un amore per la natura gli animali e la vita all’aria aperta.

Momenti di fatica, di apprensione per le stagioni, momento di vera vita contadina.

In questi anni passeggiando, correndo, estate e d’inverno, primavera o estate, mi sono chiesto più volte il significato di quell’abbandono

Di quello stabile che pian piano scompare dal paesaggio visibile, ma chiaramente rimane in quello del ricordo di chi ha avuto relazione con esso.

Ne sconsiglio la visita di persona, in quanto le condizioni sono particolarmente critiche e naturalmente pericolose.

ed esiste chiaramente la possibilità non molto remota di fare sgradevoli incontri…di varia natura..

All’interno muri certamente scrostati ma tuttavia rinfrescati da visioni oniriche e dai soggetti quantomeno inquietanti nella loro rappresentazione pittorica.

Luoghi decisamente “trasformati e resi “out of time”” insomma catalizzatore, di writers, ragazzini curiosi e  rabdomanti dell’immagine come oggi mi definisco.

Come accennavo una gallery che da tempo avevo in sospeso, ho realizzato questi scatti a distanza di anni, gli ultimi pochi giorni fa.

tuttavia uniformati poi da una post produzione un po fuori dai miei soliti schemi, ma che in pratica mi è sembrata consona, per legare natura, passato e presente..

Gli scatti volutamente vogliono trasmettere atmosfere cupe e intriganti, le luci, le ombre e le dominanti sono quelle da luoghi perduti e della memoria come la categoria che li racchiude.

2019©Luciano Ravasio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: