Olginate – diversi visioni

Olginate - diverse visioni

Itinerario della mia escursione fotografica di oggi è Olginate, non sicuramente una meta inesplorata, peraltro non  esotica,  ma sicuramente mai scontata.

In ogni caso è sempre estremamente piacevole passeggiare con a corredo una qualche macchina fotografica

soffermandosi a guardare particolari mai notati prima, o situazione che possano essere per certi versi “fotogeniche”

Posso senza ombra di dubbio definirmi un fotoamatore stanziale, e se mai avrete tempo e voglia di scorrere le gallery del mio sito sicuramente ve ne renderete conto.

Guardare il paesaggio

Osservando il paesaggio circostante, non è difficile rendersi conto di quanto siano eterogenee le architetture presenti in un luogo relativamente limitato.

In Olginate – diverse visioni l’immagine a volte è racchiusa in una cornice naturale, una natura che circonda quasi abbracciando il fotogramma.

Il fiume Adda, anima e corpo di una comunità legata alle tradizioni e al lavoro che gli abitanti si tramandano da secoli.

Edifici come soggetti e non oggetti,  sospesi tra le generazioni, che nel tempo sono rimasti, mutando il loro ruolo adattandolo allo scorrere del tempo e del fiume. (filanda)

Alla ricerca di particolari

Camminando per il centro storico l’occhio si sofferma su particolari e di conseguenza quasi come un riflesso condizionato la fotocamera scatta.

Icone presenti da decenni, forse secoli,  strizzano l’occhio ad altre  effimere e transitorie. 

Olginate - Diverse visioni ©FuoriFuoco.it

Esiste poi un paesaggio recluso, al di la… al di la del tempo e dello spazio, delimitato da una grata, che ci divide. 

Luoghi di passaggio

Cosa dire dei luoghi di passaggio? a volte si aprono strade improbabili, sentieri che durano lo spazio di qualche settimana, meglio percorrerli senza indugiare, quando poi potranno riaprirsi?

Olginate - Diverse visioni ©FuoriFuoco.it
Olginate - Diverse visioni ©FuoriFuoco.it

Che dire delle direzioni già intraprese? segnali che indicano traguardi da raggiungere,  seguiti da  portoni che ci accolgono, strade già percorse, magari non da noi. 

© FuoriFuoco.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: