Il mio paesaggio ricorrente

Gennaio 2021, fuori è freddo, siamo i n zona rossa, arancione o gialla rafforzata, stento a ricordare, ad assimilare i colori. Il mio colore ricorrente è il grigio afforzato tendente al nero… come il paesaggio che mi appresto a fotografare.

Il mio paesaggio ricorrente è sempre simile, a volte è sottrazione, a volte addizione di elementi estemporanei o ricorrenti, pozzanghere, riflessi, stati d’animo.

Cerco composizioni insolite, ed elevo lo sguardo.

Ed ecco un lago dove un lago non c’e, un riflesso inaspettato, lo spettacolo di un monumento d’albero che per qualche ora diventa protagonista assoluto della composizione.

Ed ecco il passaggio, lo sguardo è libero, la passerella sembra invitare il passante ad attraversarla, sembra condurre lontano, chissà…

Ed eccoci dall’altra parte, che dire? ne valeva la pena, nubi minacciose attendono. 

Continuo l’esercizio, cerco di uscirne.. dal pensiero ricorrente, dallo scorrere delle giornate scandite dai numeri, dai colori, cerco altre tonalità.