Agfamatic 200 Sensor

Agfamatic 200

Agfamatic 200 Sensor, utilizza lo stesso chassis del 100, ma con leggere modifiche

La scelta della velocità è possibile ruotando l’anello cromato attorno all’obiettivo.

Ponendo inoltre la linea nera davanti a uno dei quattro pittogrammi.

Agfamatic 200

Le modalità di scatto sono due 1/40 e 1/80 di secondo

Certamente il flash da utilizzare è sempre un Magicube. 

Agfamatic 200

Caratteristiche della Agfamatic 200 Sensor

Ha un obiettivo Agfa Color Agnar con messa a fuoco fissa e apertura fissa. 

Le velocità dell’otturatore sono selezionabili con l’anello attorno al barilotto dell’obiettivo.

Inoltre la scala mostra quattro pittogrammi “Meteo”

Agfamatic 200

L’Agfamatic 200 Sensor ha una leva di avanzamento  che fa avanzare il film.

Inoltre inclina l’ otturatore  e gira infine il supporto del  flash su cui i magicubes può essere attivato.

Sull’asse della leva di avanzamento si trova il “sensore” rosso, il pulsante di scatto.

Agfamatic 200

La fotocamera in particolare  ha un mirino a cornice ottica luminosa di tipo galileo inverso

Agfamatic 200

Un piccolo pulsante di plastica nera sul lato apre la porta posteriore per aprire la fotocamera. 

La porta posteriore inoltre  ha una finestra per rendere visibile il contatore dell’esposizione della cassetta della pellicola

Agfamatic 200

In più sotto la Agfamatic 100 Sensor è presente una attacco per treppiede.

Galleria fotografica

Informazioni generali

Paese di produzione: Germania 1972
Produttore: Agfa
Tipo di fotocamera: Compatta
 

Specifiche tecniche

Tipo di pellicola: 126 instamatic
Numero massimo di fotogrammi: 24
Dimensioni del telaio: 28×28
Riavvolgimento: Manovella
Esposimetro: 
Modo di Misurazione:
Modello: 
Armamento: Manuale
Velocità dell’otturatore: 1/40  1/80  
Sicurezza in caso di doppia esposizione: si
Autoscatto: n0
Tipo di lente originale: Color-Agnar 11/40
Montaggio della lente: Fisso
Marchio della lente: 
Lunghezza focale originale :  44
Apertura massima : f.8-16
 
 

Tutte le altre fotocamere vintage sulla pagina AnalogicaMente