La strada della vita

Da una poesia in dialetto bellunese dal titolo “La strada della vita” è scaturito un progetto fotografico abbastanza singolare.

L'idea e il progetto

Partendo da una location abbastanza insolita (la ciclabile da Colico a Morbegno) ho cercato di ricostruire la struttura narrativa della poesia utilizzando immagini che via via mi si proponevano camminando lungo la ciclabile. 

Sembrava una strada già vista, già percorsa, almeno fino ad un certo punto, le parole che si fondono con le fotografie, l’immaginario con la realtà.

Alcuni frammenti della poesia

La poesia associata alle immagini è possibile ascoltarla e vederla attraverso il mio audiovisivo “La strada della vita” che trovate in fondo all’articolo

Ho inserito anche il video della poesia recitata da Rino Budel.

Che una strada che per tutti comincia larga e dritta, senza curve buchi e cunette. C’e sempre chi la pulisce.

Su questa strada così bella non è fatica camminare, è talmente liscia e facile da fare

Andare avanti così è ben comodo davvero, ci pensano a tutto gli altri, non hai nessun pensiero.

Ma dopo un po cambia comincia a intorcolarsi, Ogni tanto una curva stretta, che se non la sai prendere ti porta fuori strada e fatica fai a rientrare

Quanti buchi poi ti capitano, che nessuno aggiusta più ..e se non ti tiri su le maniche saranno sempre di più.

Qualche volta torna bella e camminare ancora puoi, e senza voltarti indietro sei arrivato in cima a un colle……..

Per ascoltare tutta la poesia in dialetto bellunese guarda l’audiovisivo o la poesia recitata.

Un grazie all‘associazione bellunesi nel mondo, che hanno condiviso la poesia sul loro canale you-tube, magistralmente recitata da Rino Budel in dialetto bellunese.

Galleria Immagini

Il mio audiovisivo "La strada della vita"

La poesia "La strada della vita" recitata da Rino Budel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: