Quattro passi e foto a Reggio Emilia

Quattro passi e foto a Reggio Emilia

Anche quest’anno l’appuntamento con la grande fotografia si trova  a Reggio Emilia, Fotografia Europea è arrivata alla nona edizione, il tema del 2014 è “Vedere, uno sguardo infinito”, la città da maggio a giugno è palcoscenico di mostre, eventi, letture portfolio e tutto quanto riguarda l’arte dell’immagine, il tema di quest’anno è esemplare, il Vedere è quotidianità è cosa di tutti i giorni, ma lo sguardo infinito è saper vedere oltre, vedere oltre la superficie, spingerci a pensare, e non solo ad ammirare il gusto dell’esteriorità, infatti a mio modo di vedere le opere in mostra in molte occasioni non sono esteriori, non conoscono tecnica e non  rispondono a parametrici fotografici consolidati, sono fotografie rudi, che impegnano e spingono al ragionamento, non sempre semplice e spontaneo, le proposte sono innumerevole se guardiamo anche al circuito OFF che in ogni angolo della città è presente con portfoli, mostre ed esposizioni. Le nostre che sicuramente ho preferito e che fotograficamente mi hanno colpito sono “Il lavoro e i lavoratori dopo la guerra, di ERICH LESSING“, NO PLACE LIKE HOME, in mostra in Via Secchi,11 e PLANASIA di Silvia Camporesi, che trovo veramente sublime nel reportage sul Ex carcere di Pianosa. La grande mostra di GHIRRI, PENSARE PER IMMAGINI, ICONE, PAESAGGI, ARCHITETTURE  presso i Chiostri di San Pietro, merita un giudizio a parte, può piacere o non, ma rimane una visione personalissima del maestro che ha saputo leggere il suo tempo, con sguardo critico e innovativo. Insomma un appassionato di immagine non può rinunciare ad una visita a Fotografia Europea 2014, che prosegue sino al 15 Giugno. A dire il vero nella gallery vi sono anche immagini di F.E delle successive edizioni, che dire… una gallery aperta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: